Il sistema

Nuove Competenze Trasversali
 

Scopri

Gli Obiettivi

Un modello innovativo e sfidante
 

Scopri

4 Road Maps

4 Road maps
per fare la differenza
 

Scopri

I Live Webinar

6 Laboratori di
Alta Formazione Manageriale

Scopri

L'Idea

Le recenti trasformazioni dell’organizzazione del lavoro, per molti sinonimo di smart working, hanno accelerato la riflessione sugli stili di leadership più efficaci per gestire i collaboratori e i loro nuovi bisogni in contesti VUCA.

La leadership rappresenta un elemento di connessione tra know how professionale e obiettivi organizzativi, ma oggi non può più riferirsi a vecchi paradigmi basati sul controllo.

Il leader ha la responsabilità di far emergere leadership circolanti e condivise che puntano sulla responsabilizzazione dei singoli e dei team.

Per farlo deve saper creare sicurezza psicologica, climi caldi e trasparenti, favorire il confronto e l’apprendimento, valorizzare le diversità e condividere una vision che dia senso e significato alle azioni quotidiane.

La Collezione People Manager Evolution intende supportare i leader nello sviluppo di un mindset evolutivo e di nuove pratiche che, partendo dalla consapevolezza e dal governo di sé, facciano emergere le potenzialità dei collaboratori e favoriscano la costruzione di team ad elevate performance.

Il Sistema

6 Live Webinar di alta formazione manageriale pensati per sviluppare un nuovo modello di leadership

La metodologia formativa proposta si ispira all’approccio flipped e prevede:

  • Momenti di approfondimento individuale, su contenuti proposti ed elaborati dai docenti
  • Momenti di confronto con gli altri partecipanti
  • Laboratori pratici
  • Momenti di confronto e/o approfondimento individuale, da attivare su richiesta

Prima dell’avvio dei percorsi d’aula, può essere prevista la somministrazione del test Hogan al partecipante con finalità di autosviluppo, per aumentare l’efficacia dell’intero percorso e del livello di riflessività individuale.

I test Hogan sono leader mondiali nella valutazione della personalità, ossia delle caratteristiche distintive dell’individuo e di come queste sono percepite esternamente; la conoscenza di questi fattori è fondamentale anche per la riuscita professionale di un individuo

Gli Obiettivi

Sviluppare un nuovo modello di leadership

  • Approfondire i trend del mondo del lavoro di oggi e dei bisogni emergenti
  • Sviluppare consapevolezza di sé e della propria autoefficacia
  • Sviluppare un mindset di crescita rispetto a sé e agli altri
  • Far evolvere una nuova cultura dell’essere manager
  • Favorire lo shift da carisma a umiltà
  • Acquisire strumenti per utilizzare con efficacia la leva della motivazione
  • Esercitare l’ascolto e il dialogo
  • Ampliare le proprie capacità comunicative
  • Stimolare il confronto e la sperimentazione attiva

Il progetto People Manager Evolution è pensato per Manager che si trovano a gestire il cambiamento a 360° e sentono il bisogno di acquisire nuovi paradigmi per aumentare la propria efficacia come leader e come persone all’interno del contesto organizzativo.

4 Road Maps

1 – Coinvolgere e motivare i collaboratori

Per condividere con i People Manager nuovi approcci di leadership e strumenti utili a creare le condizioni di fiducia che favoriscano un’assunzione di responsabilità diffusa e la messa in gioco delle capacità dei collaboratori

A - Creare relazioni di fiducia

B - Coinvolgere attraverso smart meeting

2 – Gestire Team ad alte prestazioni

Per sviluppare la responsabilità dei collaboratori nel raggiungimento delle performance e accompagnarli nella loro crescita professionale.

A - Ripensare il lavoro per obiettivi

B - Feedback Lab

3 – Creare alleanza per crescere insieme

Il ruolo del Manager ha oggi uno scopo differente dal passato. I cambiamenti socio economici hanno avuto impatto su bisogni, motivazione, consapevolezza degli individui. Al Manager sono richieste non solo competenze gestionali ma anche competenze orientate a sviluppare team efficaci e a supportare le persone nella crescita e nel miglioramento continui

A - Il Manager Coach

4 – Creare gioco di squadra con i collaboratori

Per fornire ai People Manager nuove chiavi di lettura dell’evoluzione del lavoro di gruppo e strumenti di gestione che supportino la costruzione di team ad elevate performance

A - Far crescere il Team

Road Map 1-A
Coinvolgere e motivare i collaboratori: creare relazioni di fiducia 
 

Ogni leader può fare la differenza nel creare un ambiente psicologicamente sicuro, in cui le persone si sentano…

Scopri

Road Map 1-B
Coinvolgere e motivare i collaboratori: coinvolgere tramite lo smart meeting 

Spesso nelle aziende ci si lamenta delle riunioni: sono troppe, troppo lunghe, inconcludenti. Inoltre…
 

Scopri

Road Map 2-A
Gestire team ad alte prestazioni: ripensare il lavoro per obiettivi 
 
 

l periodo di cambiamento che stiamo vivendo, che ha portato a modificazioni improvvise nella…

Scopri

Road Map 2-B
Gestire team ad alte prestazioni: feedback lab 
 
 
 

Il feedback è uno strumento fondamentale per lavorare in modo proficuo con gli altri, rafforzare le relazioni…

Scopri

Road Map 3-A
Creare alleanza per crescere insieme: il Manager Coach 
 
 

Il ruolo del Manager ha oggi uno scopo differente dal passato. I cambiamenti socio economici hanno avuto impatto su…

Scopri

Road Map 4-A
Creare gioco di squadra con i collaboratori: far crescere il team 
 
 

Il lavoro in team sta cambiando: sono poche le persone che svolgono il proprio compito e si limitano a passarlo ad altri con…

Scopri

Highlights

Road Map 1-A

Coinvolgere e motivare i collaboratori: creare relazioni di fiducia

“Una delle ragioni per cui le violazioni di fiducia sono così deleterie è che la fiducia è un principio così vitale che, consciamente o inconsciamente, contiamo su di essa per dare significato al nostro mondo e valore alle nostre relazioni”.
S. Covey (Smart Trust: la fiducia intelligente)
Ogni leader può fare la differenza nel creare un ambiente psicologicamente sicuro, in cui le persone si sentano coinvolte e si mettano liberamente in gioco senza il timore di sbagliare, di esprimere un parere contrario, di chiedere aiuto, di proporre una soluzione mai sperimentata.
Un workplace che favorisca l’apprendimento, una comunicazione trasparente e via via la costruzione di relazioni di fiducia a vari livelli.
Per il People Manager diventa cruciale acquisire consapevolezza degli effetti del proprio stile di leadership, delle motivazioni e dei valori che guidano le azioni e contribuiscono a generare una specifica realtà fatta di aspettative, modus operandi, regole implicite che influenzano la performance del team.
Allo stesso modo conoscere le leve motivazionali e le preferenze comportamentali dei collaboratori è rilevante per creare coinvolgimento, consentire il raggiungimento degli obiettivi e orientare i percorsi di crescita.

  • Perché scegliere di credere nella fiducia
  • Evoluzione degli approcci organizzativi e della leadership nei contesti VUCA
  • Il concetto di sicurezza psicologica in azienda
  • Un nuovo approccio agli errori e alla capacità di evolvere
  • Partire da sé: consapevolezza del mindset, delle motivazioni e dei valori che guidano la propria leadership
  • Comprendere le diverse leve motivazionali dei propri collaboratori per interagire con efficacia
  • Gli strumenti del leader per costruire relazioni di fiducia e un workplace ad elevate performance

 Test Hogan + Colloquio individuale + 3 moduli da 3 ore

Road Map 1-B

Coinvolgere e motivare i collaboratori: coinvolgere tramite lo smart meeting

Spesso nelle aziende ci si lamenta delle riunioni: sono troppe, troppo lunghe, inconcludenti.
Inoltre con lo smart working sono aumentate e sebbene siano generalmente più focalizzate e brevi, senza un metodo è difficile consolidare questo miglioramento.
Per i leader, supportati da metodi efficaci, possono invece diventare un potente strumento per dare senso, coinvolgere i propri collaboratori, oltre che incontri operativi per trovare soluzioni e mandare avanti le cose generando il massimo valore.

Alcuni dati sulle riunioni
Riunione: la cartina di tornasole della cultura aziendale e del team
Le differenti finalità della riunione e output attesi dal leader
Metodi e strumenti utili al leader per impostare smart meeting efficaci
Ruoli, responsabilità e competenze dei partecipanti
Facilitare le dinamiche relazionali in gioco presidiando gli aspetti di produzione
Comunicazione trasparente e scambio continuo di feedback

2 moduli da 3 ore 

Road Map 2-A

Gestire team ad alte prestazioni: ripensare il lavoro per obiettivi

Il periodo di cambiamento che stiamo vivendo, che ha portato a modificazioni improvvise nella modalità di lavoro, mette in evidenza un limite molto diffuso dell’applicazione della teoria del goal setting: la focalizzazione sulla procedura anziché sull’obiettivo stesso. Spesso emerge che l’obiettivo non sia un traguardo da raggiungere, ma il compimento di un set di azioni / attività / task da compiere entro un certo tempo.
Fattori quali il time span of discretion, i feedback continui, la motivazione, le competenze di una persona sono ulteriori aspetti che i manager dovrebbero considerare nel lavoro per obiettivi, affinchè le proprie persone possano davvero portare i risultati attesi.

  • Nuovi trend nella gestione delle performance
  • Comunicazione alla base del rapporto capo collaboratore
  • Maturità professionale del collaboratore: quanto incidono le competenze sul goal
  • La capacità di gestire lo stress
  • Orientamento al risultato
  • Orientamento al lavoro di gruppo
  • Gli obiettivi sono davvero SMART? laboratorio pratico
  • CFR: il metodo conversazioni, feedback, riconoscimenti a supporto della performance e della motivazione

 3 moduli da 3 ore

Road Map 2-B

Gestire Team ad alte prestazioni: feedback lab

Il feedback è uno strumento fondamentale per lavorare in modo proficuo con gli altri, rafforzare le relazioni di fiducia e aiutare gli altri nello sviluppo.
Il feedback è anche uno strumento chiave per gestire team ad alte prestazioni.
Perché sia davvero uno strumento generativo è necessario che sia utilizzato con criteri precisi all’interno di un mindset di crescita.
Le sessioni saranno strutturate come Lab su casi pratici di gestione del feedback.

Continuous feedback nella gestione delle performance
Quando e come usare il feedback
Le tipologie di feedback
Il linguaggio generativo
Feedback e motivazione
Rafforzare il mindset di crescita
Casi pratici

3 moduli da 3 ore 

Road Map 3-A

Creare alleanza per crescere insieme: il Manager Coach

Il ruolo del Manager ha oggi uno scopo differente dal passato.
I cambiamenti socio economici hanno avuto impatto su bisogni, motivazione, consapevolezza degli individui.
Al Manager sono richieste non solo competenze gestionali ma anche competenze orientate a sviluppare team efficaci e a supportare le persone nella crescita e nel miglioramento continui.
Ecco perché parliamo di coaching approach: il coaching è una metodologia di sviluppo in cui il Coach supporta il Coachee nel raggiungere un obiettivo di miglioramento; analogamente il Manager Coach sposta il suo focus di attenzione da sé al suo team, dalla leadership alla followership, dal fare all’essere Manager.

  • Essere manager oggi
  • Dal fare all’essere manager:
    • la mentalità di crescita
    • le competenze
  • strumenti del coaching nel ruolo di manager
    • l’ascolto
    • le domande
    • il feedback
    • gli obiettivi SMART
  • coaching conversation (conversazioni difficili, colloqui motivazionali, supporto per il superamento di problemi operativi)
  • Lab pratico

 Test Hogan + Colloquio individuale + 4 moduli da 3 ore

Road Map 4-A

Creare gioco di squadra con i collaboratori: far crescere il team

Il lavoro in team sta cambiando: sono poche le persone che svolgono il proprio compito e si limitano a passarlo ad altri con andamento lineare e sequenziale.
Oggi la maggior parte dei lavori richiede che le persone comunichino tra loro per gestire una serie di interdipendenze mutevoli che portano a decisioni e azioni interconnesse.
Da qui la rilevanza da parte del leader di saper gestire team, spesso virtuali e connessi ad altri team, composti da collaboratori diversi (age, gender, seniority, competenze etc.) presidiando anche la costruzione del senso del team e lo sviluppo di un’interazione efficace per perseguire il risultato comune.

Evoluzione del lavoro in team nello scenario attuale: differenti tipologie di team
Le fasi di crescita del team
Comprendere la “differenza” presente nel team per valorizzarla al meglio
I possibili deragliamenti del team
Gettare le basi per una comunicazione trasparente, diretta e franca
L’utilizzo evolutivo dell’errore nel team
Facilitare lo sviluppo di un’interazione costruttiva, coinvolgente ed efficace attraverso nuove metodiche
Favorire assunzione di responsabilità e leadership diffusa

3 moduli da 3 ore 

Anna Bonomini

Docente ISPER FORmazione.
Consulente ISPER Talent Management.
Ha maturato un’esperienza pluriennale in ambito HR in contesti multinazionali e società di consulenza.
Oggi gestisce progetti di formazione e di sviluppo organizzativo, presidiando tutte le fasi del processo, al fine di comprendere i bisogni del cliente e offrire soluzioni personalizzate e sostenibili che abbiano impatto su cultura, persone, processi.
Negli ultimi anni ha conseguito specializzazioni sulla valutazione e sviluppo del potenziale, sulle neuroscienze affettive applicate al business e all’efficacia nel ruolo.

Elena Pellerito

Docente ISPER FORmazione.
Consulente ISPER Talent Management.
Nella mia esperienza ventennale, ho iniziato il mio percorso all’interno di aziende nazionali e internazionali, occupandomi di comunicazione corporate e gestione dei casi di crisi.
La convinzione che il talento sia presente in ognuno di noi e che la sfida risieda, per l’individuo e le organizzazioni, nel creare le migliori condizioni per farlo emergere, mi ha portata dieci anni fa a rimettermi in gioco e a dedicare le mie energie nel concretizzare questa Vision.
Oggi, nella mia attività di consulente, porto un approccio sistemico per allineare esigenze di business e valorizzazione delle persone.
Affianco la funzione HR, individui e Team nel loro compito evolutivo e trasformativo di sé e delle organizzazioni in cui sono inseriti.

Human mette le risorse in movimento